Chi siamo

Chi è Fea

Frullo Energia Ambiente (Fea S.r.l) nasce, industrialmente, il 1° gennaio 2001 dallo scorporo del ramo d’azienda relativo alla termovalorizzazione dei rifiuti di Seabo (oggi Hera S.p.A.).
La società si è occupata della gestione del “vecchio Frullo” oggi dismesso, nonchè della ristrutturazione e riqualificazione tecnologica ambientale del sito impiantistico situato nel territorio del Comune di Granarolo dell’Emilia (Bologna), che si è conclusa alla fine del 2004.
Dal 23 dicembre 2005, dopo la fase di avviamento e collaudo, Fea gestisce l’attuale termovalorizzatore di Bologna di nuova generazione.

 

Fea S.r.l. è una società di cui HERAmbiente S.p.A. detiene il 51% e Falck Renewables S.p.A. il restante 49%.

L’impianto è costituito da 2 linee di termovalorizzazione con recupero energetico ed è in grado di cedere alla rete nazionale una produzione annua di energia elettrica pari a circa 140 milioni di kWh, che corrispondono al consumo annuale di circa 55.000 abitazioni.
Inoltre il termovalorizzatore è in grado di erogare, annualmente, circa 40 milioni di Mcal alla rete di teleriscaldamento, tale quantitativo corrisponde al consumo di calore necessario al riscaldamento di circa 3.000 abitazioni.

 

Chi è Hera

Fin dalla nascita, nel 2002, Hera ha rappresentato la prima esperienza nazionale di aggregazione di aziende municipalizzate (11, operanti in Emilia-Romagna), dando vita a un’unica multiutility, capace di creare una vera e propria “industria dei servizi pubblici”. Nel tempo, Hera ha intrapreso un cammino di crescita costante ed equilibrata, incorporando nel Gruppo altre società attive negli stessi ambiti ma in territori limitrofi. È il caso di Marche Multiservizi, operante in provincia di Pesaro e Urbino e delle aziende del Nord-Est: AcegasAps attiva nelle province di Padova e Trieste e Amga attiva in provincia di Udine, dalla cui fusione è nata AcegasApsAmga, la nuova società del Gruppo. Oggi Hera è una delle maggiori local utilities italiane e opera principalmente nei settori Ambiente (raccolta e trattamento rifiuti), Energia (distribuzione e vendita di energia elettrica e gas) e Idrico (acquedotto, fognature e depurazione). Nel Gruppo lavorano oltre 8.500 dipendenti, impegnati ogni giorno nel rispondere ai molteplici bisogni di oltre 3,5 milioni di cittadini.

La società è quotata alla Borsa di Milano il 26 giugno 2003.

Il Consiglio di Amministrazione di Hera ha approvato il 22 giugno 2009 la costituzione di Herambiente.

Vai al sito del Gruppo Hera >

Chi è Herambiente

Herambiente è nata dalla volontà di concentrare l’esclusivo expertise e la ricca dotazione impiantistica del Gruppo Hera in una nuova società in grado di meglio cogliere le prospettive di sviluppo del mercato nazionale, caratterizzato da una presenza di operatori altamente frammentata e da una infrastruttura impiantistica insufficiente ad affrontare una domanda annua di oltre 160 milioni di tonnellate di rifiuti.
La società è controllata dal Gruppo Hera, una delle più importanti multiutility italiane che opera nei servizi dell’ambiente, dell’acqua e dell’energia (distribuzione e vendita di gas metano ed energia elettrica e teleriscaldamento).
Il suo originale modello imprenditoriale e la sua gestione attenta e sostenibile delle risorse l’hanno portata a rivestire un ruolo di primo piano tra i leader nazionali del settore, anche per quel che riguarda la capacità di innovazione nel rispetto dell’ambiente.

La società organizza e gestisce tutte le attività operative e commerciali degli impianti di trattamento, recupero e smaltimento dei rifiuti.
Conoscenza delle problematiche, esperienza, partecipazione alle esigenze della collettività, rendono la società una realtà capace di salvaguardare e di curare il patrimonio ambientale e territoriale di 4,4 milioni di abitanti delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Pesaro-Urbino, Padova e Trieste.

La società, nata nel 2009 nell’ambito del Gruppo Hera, è oggi partecipata al 25% dai fondi internazionali Eiser e APG. Con una struttura commerciale dedicata, Herambiente offre servizi ambientali su misura per le aziende. Sostenibilità, tutela ambientale e investimenti in innovazione tecnologica garantiscono soluzioni sicure ed efficaci, certificate con trasparenza.

Filiera Termovalorizzatori

Con il termine termovalorizzatore si traduce la perifrasi anglosassone Waste to Energy (WTE) Plant. WTE vengono infatti chiamati gli impianti che non si limitano a incenerire i rifiuti indifferenziati disperdendo il calore sviluppato dalla combustione, ma che sono in grado di “valorizzarlo” recuperando energia.
Herambiente e le sue Società controllate si propongono come una concreta risposta al problema rifiuti anche a livello nazionale, grazie a investimenti in tecnologie che garantiscono sviluppo, trasparenza e innovazione, in un settore, quello dei rifiuti, che in Italia è invece frammentato e soggetto a continue emergenze.
I 10 termovalorizzatori gestiti dal gruppo Herambiente coprono un bacino d’utenza di oltre 3 milioni di abitanti nelle province di Ferrara, Ravenna, Modena, Bologna, Forlì-Cesena, Rimini, Isernia, Padova e Trieste e non si limitano a incenerire i rifiuti disperdendo il calore sviluppato dalla combustione, ma sono in grado di “valorizzarlo” recuperando energia sia sotto forma di energia elettrica che viene immessa nella rete di distribuzione nazionale, che di calore che viene trasferito alle abitazioni o utenze del territorio limitrofo attraverso un’apposita rete di distribuzione: il teleriscaldamento.

Vai al sito del Herambiente >

Chi è Falck Renewables S.p.A.

Falck Renewables S.p.A. sviluppa, progetta, realizza e gestisce impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili allo scopo di contribuire al fabbisogno energetico della popolazione, secondo un preciso piano di integrazione industriale, basato sulla differenziazione per tecnologie di produzione e per aree geografiche. Grazie a questa strategia, la Società è flessibile nell’allocazione degli investimenti, con la possibilità di mitigare i rischi e di cogliere le opportunità di mercato.

La combinazione dei progetti eolici con quelli fotovoltaici, a biomasse vegetali e a rifiuti urbani e speciali consente, infatti, di ottenere notevoli benefici dalla diversificazione dei profili di rischio connessi alla progettazione, realizzazione e gestione degli impianti. La differenziazione nella collocazione geografica dei progetti comporta, inoltre, la riduzione dei rischi legati alle normative e agli iter di autorizzazione dei singoli Paesi, insieme a una maggiore flessibilità in merito all’allocazione ottimale degli investimenti.

Le competenze integrate di Falck Renewables S.p.A. coprono l’intero ciclo di vita di un progetto, dalle attività preliminari (studi di prefattibilità e fattibilità, valutazioni tecnico economiche, predisposizione dell’architettura di impianto ottimale e dello schema di finanziamento), a quelle esecutive (predisposizione delle specifiche tecniche di gara e dei documenti contrattuali, negoziazione e assegnazione dei contratti, supervisione della costruzione), sino a quelle relative al'”operation and maintenance” e all'”energy portfolio management”. Un ruolo prioritario è attribuito alle attività di development che, grazie a un know-how acquisito sia in Italia sia all’estero, abbraccia gli aspetti tecnici, commerciali, legali, regolatori, ambientali e finanziari.

Waste-to-energy

Falck Renewables S.p.A. ritiene che la termovalorizzazione sia una riposta corretta al problema dello smaltimento dei rifiuti a valle della raccolta differenziata, in totale coerenza con l’obiettivo di tutela dell’ambiente.

Gli impianti waste-to-energy permettono infatti, grazie alle migliori tecnologie presenti sul mercato, di valorizzare quella frazione di rifiuti che altrimenti sarebbe destinata alle discariche, producendo energia elettrica e termica.

Vai al sito di Falck Renewables >