Monitoraggi ambientali

Il territorio circostante il sito impiantistico di via del Frullo è stato sottoposto a numerose campagne di monitoraggio che hanno abbracciato sia il funzionamento del vecchio che del nuovo termovalorizzatore.

La campagna di monitoraggio e di indagine epidemiologica condotta sul vecchio termovalorizzatore negli anni 1998 – 2000, dopo quasi trenta anni di funzionamento ininterrotto dell’impianto, portò a concludere che:

  • Rispetto allo stato di salute della popolazione “non si evidenziavano eccessi di decessi in termine di mortalità generale e per mortalità per tumore né risultati di rilievo rispetto a patologie respiratorie“.
  • L’indagine sviluppata sui terreni “ha evidenziato in generale concentrazioni ampiamente inferiori ai valori fissati dal DM 471/99 per terreni a destinazione d’uso verde pubblico o privato e residenziale“.
  • L’indagine sviluppata sulla qualità dell’aria (emissioni ed immissioni), sulle deposizioni atmosferiche e sullo stato di contaminazione dei terreni ha portato a concludere che non ci sono impatti significativi sul territorio e sulla qualità dell’aria in relazione all’esercizio dell’impianto.

Alla fine del 2004 fra Amministrazione Provinciale, ARPA Bologna, i Comuni di Castenaso e Granarolo dell’Emilia, AUSL di Bologna, Università degli Studi di Bologna e FEA S.r.l. venne stipulato un protocollo di intesa per l’effettuazione del monitoraggio ambientale dell’area circostante l’impianto di termovalorizzazione dei rifiuti di via del Frullo, studio che è la naturale prosecuzione del precedente.

Il monitoraggio, continuato fino al 2007, ha analizzato attraverso ARPA la matrice aria monitorando i cinque siti.

Sui campioni di particolato solido sono stati condotti innovativi test bio-tossicologici per la valutazione e stima del rischio cancerogeno. Il dipartimento di Sanità pubblica dell’azienda Sanitaria Locale, proseguendo il lavoro già svolto nella precedente campagna, ha sviluppato un’indagine epidemiologica sulle cause di mortalità, estendendo la ricerca anche ai dati sulla riproduzione.

Infine il Centro Sperimentale per lo studio e l’analisi del suolo dell’Università di Bologna ha analizzato la presenza di metalli pesanti e di microelementi nel sistema acqua-suolo-pianta ed anche nelle acque superficiali e di prima falda. Ha completato lo studio il controllo e la verifica delle emissioni in atmosfera e degli scarichi idrici del termovalorizzatore. E’ inoltre stato effettuato uno studio per la valutazione e stima del rischio cancerogeno.

Anche la campagna del 2004 – 2007 ha attestato che per:

  • qualità dell’aria
  • immissioni in atmosfera
  • sistema acqua-suolo-pianta

non vi sono impatti significativi sul territorio.

moniter

Il termovalorizzatore del Frullo è stato inserito nel progetto Moniter, monitoraggio degli inceneritori del territorio dell’Emilia Romagna, promosso da Regione e Arpa, con l’obiettivo di organizzare un sistema di sorveglianza ambientale e di valutazione epidemiologica nelle aree circostanti gli impianti. Il progetto, realizzato tra il 2007 e il 2011, ha approfondito le conoscenze scientifiche sulla qualità e quantità delle sostanze emesse dagli impianti di termovalorizzazione dei rifiuti e sul loro impatto sulla qualità dell’aria circostante; ha studiato altresì gli effetti sulla salute con indagini tossicologiche e ne ha stimato in termini epidemiologici la correlazione con l’esposizione ai termovalorizzatori. I risultati del progetto Moniter sono stati presentati venerdì 2 dicembre 2011, questo seminario si pone in continuità con quello svoltosi il 14 settembre 2010, propone una panoramica dei risultati complessivi del progetto che si è appena concluso ed è l’occasione per uno specifico approfondimento sulle conclusioni cui sono pervenute le Linee progettuali. Quaderni di Moniter” è la collana di documentazione edita dalla Regione Emilia-Romagna e da Arpa Emilia-Romagna dedicata a pubblicare i report conclusivi delle attività svolte nell´ambito del progetto Moniter.

L’autorizzazione al funzionamento dell’impianto prevede il mantenimento nel tempo delle attività di monitoraggio ambientale.

Sintesi dei principali monitoraggi ambientali che interessano il termovalorizzatore del Frullo:

  • Il report dei dati sanitari (473 kB - PDF)
    Presentazione dei risultati alla cittadinanza dell'impatto sanitario, Dr.Pandolfi, Azienda USL di Bologna
  • Il report dei dati sanitari  (3 MB - PDF)
    Presentazione dei risultati alla cittadinanza dell'impatto sulla salute, Dott.ssa Colacci, ARPA Emilia Romagna
  • Il report dei dati sanitari  (1 MB - PDF)
    Presentazione dei risultati alla cittadinanza sulla valutazione e stima dei rischi, Prof. Grilli, Università di Bologna
  • I risultati del progetto Moniter: Quaderni Moniter (2 MB - PDF)
    Le emissioni degli inceneritori di ultima generazione (ottobre 2011) - Analisi dell'impianto del Frullo di Bologna
  • I risultati del progetto Moniter: Quaderni Moniter (2 MB - PDF)
    I Quaderni di Moniter sono pubblicati nel sito Arpae nella pagina dedicata al monitoraggio termovalorizzatori nel territorio dell’Emilia Romagna: http://www.arpae.it/pubblicazioni/moniter/generale_1485.asp